De’Aaron Fox da 2K ad una futura scelta Draft 2017

Non è una novità vedere giocare stelle NBA ad il famosissimo gioco della 2K, si sono visti tanti video di Karl-Anthony Towns, Whiteside ecc.
Ma oggi raccontiamo la storia di un ragazzo di 19 anni, attuale stella di Kentucky, che sembra che il gioco NBA2K abbia interferito sulla sua carriera.

Un mesetto fa il padre rilasciò un intervista a Bleacher Report, ecco cosa dice:

“Giocava a Playstation e prendeva padronanza dei movimenti in poco tempo. Lui ha imparato Pick-and-rolls oppure come girare su un blocco senza palla. Dico ai ragazzi che se loro vogliono imparare qualcosa di Basket, andare a mettere modalità Pro su 2K e giocare.”

Dichiarazioni molto forti quelli del padre

Queste parole sono state dette per un semplice motivo, poichè De Aaron Fox ha ammesso lui stesso cosa ha imparato giocando a NBA2K.
Una suo famoso crossover, lo ha imparato facendo pratica nel gioco, come anche altri tipi di movimenti.
Raccontata cosi sembra una cosa alquanto bizzarra, ma è tutto vero, a provocare più scalpore è stata la dichiarazione del padre alla domanda quante ore passasse il figlio a giocare ad NBA2K:

“Quante ore al giorno lui gioca? 4? Di più. 5? Vicino. 6? Probabilmente questo“.

6 ore al giorno su NBA2K  passa De’Aaron Fox
Ci sembra una cosa incredibile, ma lui stesso spiega che i videogiochi sono molto più di un libro per lui, sono qualcosa per allenare la sua mente.

Sapete le statistiche di De’Aaron Fox in questa stagione?

16.7 Punti, 4.0 Rimbalzi, 4.6 Assist per partita.

Numeri fantastici per uno che è al primo anno del college, e si è anche dichiarato eleggibile nel Draft NBA 2017.
Per uno che è cresciuto tramite NBA2K in cui stesso lui dichiara che lo ha aiutato molto, non ci resta che augurargli una grandissima carriera, sperando che venga scelto in una buona posizione al prossimo Draft

FONTE: Bleacher Report

Scritto da:

 

ID Utenti

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti